Uncategorized

I migliori libri sul femminismo

Il femminismo e le disuguaglianze di genere hanno ricevuto molta attenzione di recente. Tuttavia, questo non è successo da un giorno all’altro, come le opere di questa lista, scritte in tempi diversi, mostrano la storia delle storie del femminismo e come le nozioni di “giusto” o “tradizionale” si sono radicate nei nostri pensieri e perché le cose devono alla fine cambiare.

che cos'è il femminismo

Il mito della bellezza. Stereotipi contro le donne

Naomi Wolf

The Beauty Myth” di Naomi Wolfe è un’opera classica della scrittrice e giornalista americana. L’autrice esplora da dove nascono gli stereotipi sulla bellezza femminile e perché limitano l’indipendenza delle donne tanto quanto la “servitù domestica” patriarcale.

Donna globale

Barbara Ehrenreich

L’autrice esamina il traffico legale e criminale di manodopera in tutto il mondo nel suo libro, esponendo lo sfruttamento delle donne in una varietà di occupazioni, spesso pericolose. L’autrice si concentra su tate, governanti, escort e servizi sessuali, che molte donne perseguono semplicemente per guadagno finanziario e senza tener conto delle loro convinzioni. “Global Woman” dimostra ancora una volta che non esiste il lavoro a basso costo.

Essere donna: Rivelazioni di una femminista rabbiosa

Caitlin Moran

La britannica Caitlin Moran Caitlin Moran discute le sue storie personali e descrive giocosamente com’è essere una donna al giorno d’oggi. Copre questioni come l’amore adolescenziale, le carriere, il parto, l’aborto, la paternità, la chirurgia plastica e l'”uccisione” degli standard di bellezza. Il libro, che è diventato un successo immediato, prende in giro i suoi difetti personali così come i pregiudizi della società sulle donne.

Il secondo turno

Arley Hochschild

Arley Hochschild, un professore di Berkeley, ha scritto il suo libro più di 15 anni fa. Affronta la questione di come il maggiore coinvolgimento delle donne negli affari non diminuisce le loro responsabilità domestiche e familiari.

Femminismo frontale completo

Jessica Valenti

Americana Jessica Valenti Jessica Valenti è la fondatrice di feministing.org, una scrittrice del Guardian, e l’autrice di diversi libri bestseller sul perché il femminismo è importante per tutti. Nei suoi scritti, l’autrice offre alle lettrici una guida e, nello stile di un coach, le informa su come vivere la loro vita quando non ne hanno una.

Fiore del deserto

Diri Waris

Waris Diri, una nota fotomodella, ha scritto un’autobiografia in cui racconta la vera storia della sua vita. Ha subito abusi all’età di quattro anni, ha subito il rito della circoncisione per tutta la vita a cinque anni ed è scappata di casa a tredici anni. Lei spiega: “Ormai era troppo tardi per tornare indietro. Poiché non posso tornare indietro, c’è solo un’opzione: andare avanti”. Anni dopo, la ragazza nomade del deserto somalo è diventata una top model e un’inviata speciale dell’ONU.

Cattiva femminista

Roxane Gay

Roxane Gay parla dei suoi progressi come donna e delle sue esperienze con il suo colore della pelle in questa raccolta di saggi: “Ho letto le parole di donne che potevano riferirsi al mio viaggio e di persone che mi assomigliavano, e ho capito cosa significava vivere come una donna nera. Ho letto le parole di donne che dimostravano che non ero un vuoto. Ho imparato a scrivere come loro prima di imparare a scrivere come me stessa. Ho riscoperto la mia voce e sono arrivata a credere che possedeva un potere sconfinato”.

Il secondo genere

Simone de Beauvoir

Uno degli scritti più noti di Simone de Beauvoir, racconta la storia del trattamento delle donne nel corso della storia. Cos’è il “destino della donna”, cos’è il “sesso naturale”, perché la posizione della donna nel mondo è diversa da quella dell’uomo, e una donna è capace di diventare una persona a tutti gli effetti in linea di principio? Nella sua opera, De Beauvoir trova risposte a queste domande.

l’importanza del femminismo

Asia centraleAfghanistan Per maggiori dettagli sullo stesso argomento:In Afghanistan, c’è una bacha elegante e una condizione femminile. A partire dagli ultimi tre decenni degli anni ’90, i diritti delle donne in Afghanistan hanno subito una massiccia trasformazione: prima, con l’invasione russa del paese, poi, sotto i mujaheddin Talebani, che si sono combattuti per tutto il decennio degli anni ’90, e infine, con l’occupazione del paese da parte delle truppe occidentali. Тema sui diritti delle donne è molto rilevante.Le donne hanno lottato per le più piccole libertà individuali e per una società riformata e dominata dagli uomini: oggi la violenza contro le donne è ancora diffusa in tutto il mondo, nonostante la situazione stia migliorando, anche grazie all’assistenza internazionale. etnia ragazze ragazze ragazze ragazze Dungani del Kazakistan La costituzione del 1995 protegge i diritti delle donne, se non esplicitamente, almeno implicitamente: il diritto al lavoro è garantito a tutti i cittadini, ed è vietata la discriminazione sulla base di origine geografica, sesso, razza, nazionalità, credo religioso o politico, o lingua. In pratica, l’opinione sociale attuale tende ad associare le donne sul lavoro agli abusi perpetrati dalla leadership sovietica, che ha sempre imposto la parità di genere.Ritiene che uno degli obiettivi della repubblica dovrebbe essere quello di creare un’economia in cui una madre possa lavorare a casa pur potendo badare ai propri figli. L’opinione pubblica si riflette negli uffici governativi e nelle imprese private: la presenza delle donne in posizioni di comando all’interno del paese è quasi universalmente accettata, sia in ambito politico che commerciale.

canzoni sui diritti delle donne

Da allora, il governo comunista ha promosso attivamente i diritti culturali, sociali, economici e politici delle donne per migliorare le loro libertà civili, Impegnandosi a far raggiungere alle donne la totale parità con gli uomini l’uguaglianza di genere avanzava incontrava per resistenza da parte di una certa visione sociale tradizionale d’impronta confuciana Anche se la completa uguaglianza tra uomini e donne è un obiettivo a lungo termine per lo stato cinese, le drammatiche riforme che hanno seguito la rivoluzione culturale degli anni ’60 e ’70 hanno avuto un profondo impatto sulle condizioni delle donne. Gli studi a questo scopo dimostrano che le donne cinesi hanno progredito rapidamente in genere parità durante quel decennio. Nel 1949, le donne occupavano solo il 7% della forza lavoro, tuttavia nel 1992, la percentuale di donne che lavoravano nel mondo del lavoro era salita al 38%. La rappresentanza delle donne negli istituti di istruzione superiore è aumentata significativamente; i rapporti sull’infanticidio femminile dopo l’introduzione della politica del genitore unico mostrano che è ancora prevalente tra le donne di basso livello. Hong Kong Reports è una raccolta di articoli su Hong Kong.Più in dettaglio sullo stesso argomento:Le donne di Hong Kong esistono nel contesto della vita familiare e sociale cinese, che è simile a quello delle donne di Taiwan. Secondo la tradizionale struttura patriarcale cinese, la società è fortemente maschilista, perché i ruoli domestici delle donne sono sempre stati subordinati nel corso dei secoli. Tuttavia, durante il periodo coloniale britannico a Hong Kong, ha iniziato a vedere un cambiamento culturale, che attribuisce alla progressiva occidentalizzazione.L’amalgama della cultura tradizionale orientale con i valori occidentali ha portato all’unificazione della cultura di Hong Kong, anche di fronte ai problemi dei diritti delle donne e alle domande sulla parità di genere. Di pari passo con il rapido sviluppo economico e sociale della città, Hong Kong ha visto un significativo miglioramento delle condizioni delle donne, nonostante il fatto che la struttura sociale prevalente rimanga mammifera: la storia dei diritti delle donne a Hong Kong differisce leggermente da quella del continente.Rispetto alle donne di molti altri paesi asiatici, le donne di Hong Kong sono più indipendenti, economicamente autonome e hanno un chiaro percorso di carriera. Con l’aumento delle donne in posizioni manageriali, specialmente ai vertici, negli ultimi decenni, è stato di moda usare gli epiteti di ‘superdonna’ o ‘persona forte di sesso femminile’ per descrivere le donne di Hong Kong. Macao Le donne di Macao possono ora essere definite come elementi capaci e insensibili della moderna società urbana: questo cambiamento sta avvenendo a un ritmo crescente, nonostante la lentezza con cui l’ideologia della parità di genere viene assorbita. La Repubblica Nord Coreana Kim Il-Sung, il fondatore del regime comunista della Corea del Nord, ha da tempo abolito i sistemi sociali patriarcali del paese, promulgando nuove leggi come quelle che regolano l’uguaglianza delle donne, i diritti del lavoro e la nazionalizzazione delle industrie essenziali: le riforme, oltre ad affrontare le questioni professionali, hanno incluso quanto segue: La poligamia è stata recentemente dichiarata illegale.

Oggi, le donne della Corea del Nord partecipano attivamente come forza in una vasta gamma di progetti, con un numero considerevole di loro che viene selezionato per posizioni più elevate; ci sono anche servizi espressamente dedicati a loro, come recipienti, ospedali e nido asili, anche se questi alla fine diventano disponibili solo per l’élite politica del paese. In conformità con queste regole, il sistema nordcoreano è rimasto per lo più diviso e disparato. La società permea e influenza tanto la politica effettiva che la società in senso lato Giovani signore sudcoreane a Boryeong, Corea del Sud Per maggiori dettagli sullo stesso argomento:Tuttavia, nonostante le numerose prove dell’uguaglianza ufficiale, questa continua ad essere un problema in altri aspetti del sistema sociale, come la scarsità di donne in professioni ben pagate, la simbiosi prevalente nel lavoro domestico delle donne, e, infine, un aumento significativo della violenza nei loro incontri, come la violenza domestica e la violenza sessuale. La società sudcoreana è ancora largamente basata sul patriarcato. Donne giapponesi in kimono Giappone Per maggiori dettagli sullo stesso argomento:. .

Cosa c’è da fare con i beneficiari

Limiti di importo e intensità del contributo Come fare la domanda di lavoro Modalità di presentazione del documento Riferimenti Indirizzi Camere di Commercio a cura della CCIAA PEC Per favorire l’imprenditoria femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi attraverso incentivi a fondo perduto ai sensi della legge regionale 11/2011.

L’articolo 2 della legge regionale 11 agosto 2011, n. 11, stabilisce criteri e meccanismi per la concessione di contributi a sostegno di progetti imprenditoriali femminili. Le Camere di Commercio del Friuli Venezia Giulia sono incaricate di gestire il canale dei contributi a livello provinciale.

I beneficiari Le nuove PMI femminili del Friuli Venezia Giulia possono richiedere i contributi se hanno una sede legale (o un’unità operativa coinvolta nell’investimento) in quella regione.

Per essere considerata una nuova impresa deve essere iscritta al registro delle imprese da meno di 36 mesi alla data di presentazione della domanda; non sono considerate nuove imprese le società partecipate da altre imprese, le società costituite attraverso la trasformazione di un’altra impresa, le imprese costituite attraverso la fusione o la scissione di un’altra impresa.

Quando parliamo di aziende di proprietà di donne, intendiamo aziende in cui le donne possiedono la maggioranza delle azioni, cooperative in cui la maggioranza dei membri sono donne, e imprese individuali in cui la maggioranza dei proprietari sono donne. Includiamo anche le società di persone con più di due soci, le società in accomandita dove il socio generale è una donna e le società in nome collettivo dove il socio donna è il rappresentante legale della società. Guarda alcuni agevolazioni imprenditoria femminile 2017.

Limiti su quanto e quanto intensamente una donna può contribuire a un progetto

  • si svolgono nella sede legale o nelle unità operative dell’impresa beneficiaria nella giurisdizione regionale – richiedono una spesa minima ammissibile di 5.000 euro.

I diritti delle donne saranno al centro della conferenza. informazioni ottenute da: ansa Per esempio, ce n’è uno sulla connessione tra la scienza e il mondo femminile, così come una discussione più ampia sui diritti delle donne nella società contemporanea.

Immaginiamo una tale melodia e vediamo se possiamo sviluppare un argomento di discussione intorno ad essa. L’immaginazione è la chiave. Ricordiamoci di Rita Levi Montalcini, che è nata 110 anni fa oggi “Per generazioni, le donne sono state emarginate. È come una donna affamata quando è esposta alla cultura. Per chi è affamato, il cibo è molto più benefico che per chi è già ben nutrito. “Lei crede che uomini e donne abbiano uguali diritti e opportunità nella sua società. I professori danno agli studenti compiti a casa e valutazioni in classe su argomenti che passeranno alla storia come classici nel prossimo futuro.

Il tema dell’ambiente e dell’inquinamento è una cosa, ma i diritti delle donne sono un’altra. Si tratta di un argomento delicato, e come tale va trattato: Per prepararci all’esame di maturità del 2020, cerchiamo di capire insieme qual è la struttura perfetta del saggio.

Il mondo in cui viviamo è ancora prevalentemente maschile. La frase è forte e severa, ma coglie con precisione lo stato attuale delle cose non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Ci sono una sfilza di statistiche che dimostrano che le donne sono ancora inferiori agli uomini nel 2019 nonostante l’apparente sviluppo del mondo in campo tecnologico e scientifico, ma in ritardo in quello culturale. Anche ai giorni nostri, le donne sono ancora viste come inferiori ai maschi in molti campi. Non solo sono sottopagate, ma sono anche sottoccupate a causa di questa situazione.

Secondo i dati Eurostat rilasciati a marzo 2019, il tasso di occupazione delle donne tra i 20 e i 64 anni è ancora significativamente inferiore a quello degli uomini: 66. 5% contro 78%.

tema sui diritti delle donne

Malta ha la più alta disparità salariale di genere, ma l’Italia non è molto indietro nei primi posti di questa deprimente lista.

I dati possono essere noiosi, ma in questo caso, è imperativo prestarvi attenzione in modo da poter documentare e dimostrare matematicamente come il mondo non si stia chiaramente muovendo nella giusta direzione.

La situazione è migliorata in alcuni modi, ma siamo ancora molto lontani da dove dovremmo essere. Questo non significa che nulla sia cambiato nel corso degli anni.

Non è solo una questione di statistiche. Dovremmo preoccuparci che le persone siano intrappolate in quadri mentali, prigioni intellettuali che le costringono a prendere decisioni e posizioni contro la loro volontà. La parte più difficile è rompere l’abitudine a pensare in quel modo e ad agire in accordo con quel pensiero. L’esempio più piccolo è che le donne sono tipicamente responsabili delle pulizie e della cucina in casa, e questo serve come un potente simbolo. Questo ovviamente non è un fatto, ma perché succede? Risposta: come risultato delle trappole psicologiche in cui la gente inconsapevolmente cade.

Nessuno qui sostiene che uomini e donne siano su un piano di parità; in effetti, non lo sono nemmeno due esseri umani, tanto meno quelli che sono biologicamente opposti. Tuttavia, secondo la legge, quando si tratta di diritti, benefici, assunzioni, avanzamenti sul lavoro, posizioni di prestigio e retribuzione, devono essere uguali.

C’è una cosa in tutto questo che mi fa venire voglia di urlare. I dati Istat del 2017 mostrano che il 32. 5 per cento delle donne trentenni ha una laurea post-secondaria, contro il 19. 9 per cento degli uomini trentenni. Allora, cosa succede dopo la laurea per migliorare le cose? Le donne neolaureate costituiscono il 59. 2% della forza lavoro, mentre i laureati maschi costituiscono il 64. 8% della forza lavoro.

Storia delle storie del femminismo

Non esiste un femminismo generale. Ci sono molte correnti diverse di femminismo, quindi se si guarda alla storia del femminismo, bisogna considerare i diversi tipi di movimenti delle donne e i loro alleati. Le correnti del femminismo spesso si sovrapponevano le une alle altre. C’erano movimenti che includevano donne bianche e nere, povere e ricche, giovani e vecchie. Tutto questo è il storia delle storie del femminismo.

E tutti questi movimenti si sono concentrati su questioni diverse. Ci sono stati anche movimenti femministi tra i movimenti sindacali, movimenti per i diritti civili, movimenti omosessuali. 

Ci sono stati anche movimenti femministi ambientalisti. C’erano anche movimenti femministi razzisti – donne del Ku Klux Klan e donne skinheads. 

Ci sono diverse dissertazioni sui diritti delle donne. Tutte le correnti del femminismo hanno storie diverse. Se guardiamo agli Stati Uniti, il femminismo è nato lì intorno al 1830. Era un’epoca di disordini sociali e di diffusione di idee utopiche. Il femminismo americano è nato da diversi movimenti per l’uguaglianza. Uno di questi movimenti era il movimento per i diritti dei lavoratori, che sosteneva l’aumento dei salari per gli uomini e le donne che lavorano, condizioni di lavoro sicure nel Massachusetts e in altre città del New England. Nel 1837, e negli anni 1840 e 1850, i lavoratori delle fabbriche del New England marciarono verso gli edifici legislativi di Boston, lottando per salari più alti, orari più brevi e condizioni di lavoro sicure.

i diritti delle donne tesina

C’era anche un movimento che lottava contro la schiavitù. Ad alcune donne che facevano campagna per l’abolizione della schiavitù fu detto che non potevano predicare e predicare dal palco perché era innaturale e poco femminile. I leader di questi movimenti, come Angelina e Sarah Grimke, hanno combattuto questo e hanno sostenuto che le donne hanno il diritto di parlare alla pari con gli uomini. C’erano anche donne che erano state liberate dalla schiavitù, come Sojourner Trout, che parlavano dell’idea di cavalleria e che le donne erano sotto il patrocinio degli uomini. In una serie di discorsi negli anni 1850 sottolineò che questo non fu mai vero per le donne in schiavitù. Dovevano lavorare nei campi, venivano picchiati, i loro figli venivano venduti. E sono rimaste donne. Trout ha sostenuto l’ingiustizia di non poter votare, prendersi cura dei propri figli e vivere in sicurezza.

 Tutte le correnti del femminismo hanno storie diverse. Se si guarda agli Stati Uniti, il femminismo è nato lì intorno al 1830. Era un’epoca di disordini sociali e di diffusione di idee utopiche. Il femminismo americano è nato da diversi movimenti per l’uguaglianza. Uno di questi movimenti era il movimento per i diritti dei lavoratori, che sosteneva l’aumento dei salari per gli uomini e le donne che lavorano, condizioni di lavoro sicure nel Massachusetts e in altre città del New England. Nel 1837, e negli anni 1840 e 1850, i lavoratori delle fabbriche del New England marciarono verso gli edifici legislativi di Boston, lottando per salari più alti, orari più brevi e condizioni di lavoro sicure.

C’era anche un movimento che lottava contro la schiavitù. Ad alcune donne che facevano campagna per l’abolizione della schiavitù fu detto che non potevano predicare e predicare dal palco perché era innaturale e poco femminile. I leader di questi movimenti, come Angelina e Sarah Grimke, hanno combattuto questo e hanno sostenuto che le donne hanno il diritto di parlare alla pari con gli uomini. C’erano anche donne che erano state liberate dalla schiavitù, come Sojourner Trout, che parlavano dell’idea di cavalleria e che le donne erano sotto il patrocinio degli uomini. In una serie di discorsi negli anni 1850 sottolineò che questo non fu mai vero per le donne in schiavitù. Dovevano lavorare nei campi, venivano picchiati, i loro figli venivano venduti. E sono rimaste donne. Trout ha sostenuto l’ingiustizia di non poter votare, prendersi cura dei propri figli e vivere in sicurezza.

Diritti umani per le donne!

I diritti umani sono un diritto di nascita. Le persone dovrebbero essere libere dalla violenza e dai pregiudizi, e avere accesso all’istruzione, alla proprietà, a una paga equa e all’opportunità di votare. 
Tuttavia, nonostante le conquiste globali, le donne e le ragazze continuano a subire pregiudizi a causa del loro sesso. L’assenza di uguaglianza di genere è alla base di molte preoccupazioni come la violenza domestica e sessuale, la disparità di reddito, l’accesso limitato all’istruzione e l’assistenza sanitaria insufficiente. Il tema sui diritti delle donne è sempre stato molto scottante.

I gruppi per i diritti delle donne hanno lavorato molto nel tentativo di correggere la disuguaglianza di genere. Nel corso degli anni, hanno apportato modifiche alla legislazione o sono scesi in strada per chiedere che le donne fossero trattate equamente. Un nuovo attivismo è sorto con l’era di internet, compresa la campagna #MeToo, che si concentra sulle molestie e le aggressioni sessuali diffuse e porta tali questioni in primo piano.

Le organizzazioni stanno influenzando le autorità facendo ricerche, creando consapevolezza pubblica e sostenendo l’empowerment delle donne.

Per il ripasso, indagheremo la storia dei diritti delle donne, cosa sono i diritti delle donne e come i difensori dei diritti umani stanno lavorando per assicurare che i diritti delle donne siano sostenuti.

Cosa stanno cercando di realizzare?
La dichiarazione dei diritti delle donne è l’ultimo documento legale che afferma i diritti delle donne ad essere uguali. Ma c’è sicuramente una visibile interpretazione errata da parte di chi non segue queste regole, purtroppo.

 dichiarazione dei diritti delle donne

Cosa sono i diritti delle donne? Perché sono in questa lotta? Ecco alcuni dei diritti che gli attivisti di tutte le epoche hanno cercato di ottenere:

Il diritto di voto delle donne

A seguito di una crescente protesta pubblica, alle donne fu finalmente concesso il diritto di voto all’inizio del 20° secolo. La Nuova Zelanda fu il primo paese a permettere alle donne di votare alle elezioni nazionali nel 1893. Grazie a tutti coloro che si sono impegnati in questa lotta, le donne hanno il diritto di voto grazie alla Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne, e questo movimento si è esteso in tutto il mondo (1979).

Diritti di riproduzione e sessualità

Le decisioni riguardanti il corpo dovrebbero spettare alle persone.

Le donne e le ragazze hanno tutti i diritti riproduttivi e sessuali. In breve, questo implica che alle donne è permesso di avere accesso all’assistenza sanitaria riproduttiva come la contraccezione e gli aborti sicuri, e sono anche autorizzate a scegliere se vogliono sposarsi, quanti figli vogliono e quando averli, così come il padre dei loro figli.

Per evitare la paura, le donne dovrebbero essere protette contro lo stupro, le MGF, il matrimonio forzato, la gravidanza forzata, l’aborto forzato e la sterilizzazione forzata.

Ci vorrà molto tempo prima che tutte le donne abbiano pari diritti.

movimento senza costrizioni

È il diritto di poter viaggiare liberamente ovunque si voglia all’interno e all’esterno di qualsiasi nazione. Tuttavia, ci sono alcuni veri e propri ostacoli per le donne in questo senso. Può essere loro negato un passaporto proprio, o possono avere bisogno di chiedere a un tutore maschile se possono viaggiare.

E in Arabia Saudita, l’ultimo risultato è stato che le donne hanno ottenuto il diritto di guidare dopo essere state proibite per anni. Nonostante questo risultato, il governo continua ad arrestare i sostenitori dei diritti delle donne per il crimine di aver fatto campagna per i loro diritti, come ha fatto in passato.

Femminismo intersezionale, un tipo di femminismo che si concentra sulle relazioni e sulle divisioni di razza, classe e genere

Il femminismo intersezionale si riferisce alla nozione che le persone che sperimentano la discriminazione possono appartenere a molte categorie sociali e che le diverse identità si intersecano. Può essere meglio pensare a come questo possa essere rilevante nella vita reale esaminando il paese di Dominica, dove la polizia vittimizza i lavoratori del sesso transessuali.

Molestie e abusi sessuali

Le molestie sessuali includono un comportamento sessuale indesiderato. Un linguaggio sessuale improprio o un comportamento fisico.

Questo si riferisce alla violenza sessuale fisica. La violenza sessuale colpisce le donne e le ragazze più degli uomini e dei ragazzi.

Discriminazione sul lavoro

Le donne affrontano troppo spesso il pregiudizio di genere sul posto di lavoro. Esaminare il divario salariale di genere è un metodo per illustrarlo. È un diritto fondamentale essere pagati allo stesso modo per lo stesso lavoro, ma alle donne viene spesso negata questa opportunità. Secondo dati recenti, le donne guadagnano circa il 77% di quanto guadagnano gli uomini per lavori simili. A causa di questo, la vita delle donne è ostacolata dalle disuguaglianze finanziarie, e le loro possibilità di povertà aumentano.

Queste aziende, come Polaroid e società di sharing economy come Airbnb, sono nate da idee coraggiose

Nel 1995, quando ha aperto il suo ristorante It a Modena, in Italia, lo chef Vittoria Demajo ha rotto il precedente e ha iniziato a offrire una cucina italiana radicalmente reimmaginata in un mondo culinario che valorizzava la tradizione.

Si è scoperto che la sua audacia non era solo un fulmine a ciel sereno.

Nel 2016, più di due decenni dopo aver rischiato di fallire a causa della rabbia del pubblico, era riuscito a guadagnare tre stelle Michelin e ad arrivare in cima alla lista dei 50 migliori ristoranti del mondo.

E ora è stato votato numero uno per la seconda volta.

Eccolo, il business plan esempio ristorante come viene dal maestro

Ribellarsi alle ricette care che sono state tramandate di generazione in generazione può essere sembrata una decisione pericolosa al momento, ma era assolutamente quella giusta per lei.

Il famoso oratore motivazionale Zig Ziglar ha detto: “L’opportunità di successo potrebbe portare all’autocompiacimento seguito dal disastro, che è spesso il caso delle imprese in tutti i campi”.

Invece, il successo ha scatenato ulteriori innovazioni.

Il risultato chiave di questo ristorante è che le aziende di tutto il mondo che enfatizzano l’innovazione e la capacità di anticipare la curva possono beneficiare di queste lezioni.

Ha segnato molti punti lungo la harvard business review italia

harvard business review italia
https://www.crownlan.eu/abbonamento-harvard-business-review-italia/

Continuate a cambiare mentre vi evolvete.
Le aziende innovative si preoccupano meno di mantenere l’eccellenza che di trovare nuove vette da raggiungere.

Nelle fasi finali della cucina, i piatti vengono preparati alla perfezione ma le ricette vengono lasciate incompiute.

Prevede che i suoi pasti cambieranno lentamente.

Le cinque diverse età di Parmigiano Reggiano sono servite in cinque diverse consistenze e temperature.

Il concetto le è venuto in mente per la prima volta vent’anni fa, quando cucinava.

Quando ha iniziato, aveva in mente tre diversi gruppi di età.

Poi il ‘tre’ è diventato ‘quattro’ e alla fine è nato il ‘cinque’.

Il piatto mette in evidenza gli effetti dell’invecchiamento sui dischi di Parmigiano.

Un soufflé caldo di formaggio di 24 mesi, una salsa calda di formaggio di 30 mesi, una mousse fredda di formaggio di 36 mesi, una mousse croccante di formaggio di 40 mesi e una mousse “aerea” di formaggio di 50 mesi.

Studiando attentamente le regole di base di come il formaggio reagisce, ha sviluppato un pasto che è sia dinamico che delizioso.

Raggiungere un’unicità che supera tutte le altre.

Aprire le menti alla propria capacità di pensiero innovativo – e al divertimento – è il modo in cui mantiene il suo staff sveglio e interessato.

Al suo team viene spesso chiesto di progettare piatti basati su una poesia, un dipinto o una poesia.

Quando ho visitato il ristorante, la chef canadese Jessica Rosval mi ha detto: “Sono qui solo da pochi mesi, ma mi sono già abituata allo stile [di Botturin]”.

Il suo ingresso in cucina annunciò: “Gente, oggi faremo del nostro meglio: eseguiremo la canzone di Lou Reed del 1968 Take a Walk on the Wild Side.

“Prepariamo tutti un pasto”.

“Poi mi sono chiesto: “Da dove comincio?”.

Ma quando la prima paura si placò, Rosval si entusiasmò.

Ha detto: “Abbiamo offerto loro un’ampia varietà di opzioni alimentari”.

La maggior parte degli ascoltatori si è concentrata sulla linea di basso della musica.

Mentre alcuni si sono concentrati sui testi, altri si sono concentrati sul flusso.

Per alcuni, era il periodo in cui la canzone è stata scritta ad essere di particolare interesse.

Mentre Massimo ascoltava la musica nella sua auto, avevamo questa grande varietà di piatti diversi, tutti ispirati da un singolo momento di ispirazione.

I lavoratori che sperimentano il cambiamento e la varietà sul lavoro godono di una maggiore soddisfazione sul lavoro, creatività ed efficienza generale.

L’innovazione favorisce anche una maggiore fiducia in se stessi.

Questo studio ha coinvolto lettori che hanno letto una lista di fatti che conteneva un’affermazione deliziosamente stravagante (‘Le farfalle assaggiano con i piedi’) e lettori che hanno letto una lista di fatti che conteneva informazioni su una pagina più noiosa (‘Le farfalle iniziano la vita come bruco’).

I ricercatori hanno scoperto che il primo gruppo è tornato dall’attività più informato e fiducioso, e che si è impegnato di più quando gli sono state date ulteriori sfide.

Le nuove idee sono più importanti della coerenza quando si tratta di creatività sul posto di lavoro.

Se i lavoratori sperimentano più spesso la novità nelle loro prime settimane di lavoro (imparando nuove abilità, incontrando nuovi colleghi o sentendosi sfidati nei loro compiti), riportano una maggiore soddisfazione sul lavoro, e la soddisfazione sul lavoro si traduce in una permanenza più lunga in azienda.

I lavoratori che hanno dichiarato che il loro lavoro aveva “fondamentalmente gli stessi schemi, attività quotidiane e parametri ogni giorno” erano meno soddisfatti della loro posizione e più disposti a cercare un nuovo lavoro.

Era un manager intraprendente che ha iniziato la sua carriera culinaria rompendo gli schemi in un ambiente molto specifico: la cucina italiana.

La pasta lunga funziona bene con i sughi di mare e la pasta corta con i sughi di carne.

In generale, le ricette provate e testate non dovrebbero essere messe in discussione o alterate.

Usare la cucina tradizionale italiana nella sua attività lo ha aiutato ad avere successo.

Non solo ha mantenuto un’atmosfera di lavoro ribelle, ma è anche riuscito a mantenerla nel corso degli anni.

Tutti coloro che lavorano nel ristorante sfidano costantemente i loro colleghi ad avvicinarsi alle ricette e agli ingredienti con una prospettiva nuova, il che alla fine ispira tutti a raggiungere e sviluppare nuove abilità.

Il loro menu è in costante evoluzione, così come le loro competenze.

Quando tutti nell’azienda hanno lo sviluppo come obiettivo, non c’è tempo per il compiacimento, quindi è un terreno molto fertile per sempre nuove idee.

Scroll to top